giovedì 20 dicembre 2007

Avete tutti la stessa voce

Jan Vermeer van Delft, Lady writing a Letter (1665-66)


piccola poesiola larsoniana (e quindi strampalata) per ringraziare e augurare buone feste a chi è passato di qui in questi mesi...


Avete tutti la stessa voce,

uomini che mi scrivete


Le vostre risposte

dal tono confortante

alle mie domande

dal suono costante

sono un sollievo crescente.


Avete tutti la stessa voce,

uomini che mi scrivete


La vostra diversità,

annullata da bit e codici binari,

la posso solo immaginare

e rinchiudere in un cassetto

della mia memoria rintronata.

8 commenti:

Fabrizio ha detto...

Spero per gli altri che non abbiano davvero la mia stessa voce da orso Yoghi stanco.
Auguri!

Larsoniana ha detto...

oh mamma... e io che t'immaginavo con un vocione!
;-)
Auguri!

marcocorona ha detto...

in perfetta sintonia con la nuvola di mosche uscite dalla cloaca romana...

Larsoniana ha detto...

ahahah !
ciao uomo-vocione ;)

Fabrizio ha detto...

Seeee... da piccolo a Natale avevo chiesto la voce di Bud Spencer e invece m'è toccata 'sta roba qua...
Quando devo declamare qualcosa di serio chiamo sempre Cisponi.

Larsoniana ha detto...

il Cisponi fa anche il doppiatore? credevo facesse solo lo stuntman...

Fabrizio ha detto...

E' un uomo dalle mille risorse.

Larsoniana ha detto...

... e dalla digestione difficile...
(oh, il Cisponi "insaccato"??? dopo le feste?)