mercoledì 3 ottobre 2007

L'uomo che piantava gli alberi

Perché la personalità di un uomo riveli qualità veramente eccezionali, bisogna avere la fortuna di poter osservare la sua azione nel corso di lunghi anni. Se tale azione è priva di ogni egoismo, se l'idea che la dirige è di una generosità senza pari, se con assoluta certezza non ha mai ricercato alcuna ricompensa e per di più ha lasciato sul mondo tracce visibili, ci troviamo allora, senza rischio d'errore, di fronte a una personalità indimenticabile.
(Jean Giono, "L'uomo che piantava gli alberi")

Frederic Back ne ha realizzato la trasposizione cinematografica (qui, purtroppo, è in una versione parziale e in giapponese ma, anche se non si capiscono le parole, vale la pena dare un'occhiata ai disegni)




*******************************************************
Aracnofobia...

"Maman 1999" di Louise Bourgeois

*********************************************************
Chissà se c'è ancora...

Lisbona 1998: graffito visto in diversi punti della città.

5 commenti:

Fabrizio ha detto...

Ciao Larsoniana,
bello il tuo blog! "L'uomo che piantava gli alberi" lo inizierò stasera :-)

Larsoniana ha detto...

Grazie mille, Fabrizio!
il mio neonato blog è ancora in fase di rodaggio...
mi piace molto il tuo [che seguo da un pò :-)]
buon J.Giono

Fabrizio ha detto...

Letto. Breve ma straordinario :-)

Larsoniana ha detto...

Sono contenta che ti sia piaciuto e soprattutto che, passando di qua, ti sia venuta voglia di leggerlo :-)

nilo ha detto...

Ciao Larsoniana,
a questo indirizzo:
http://nilocram.free.fr/spip/spip.php?article24
trovi L'homme qui plantait des arbres in versione originale con sottotitoli in italiano.

nilocram